Mertens, figlio adottivo di Napoli, è fermamente intenzionato a restare all’ombra del Vesuvio, con De Laurentiis troverà, sicuramente, un’intesa

Dries Ciro Mertens, figlio adottivo di Napoli, a cui, a giugno prossimo, scadrà il contratto con la società partenopea ha sbandierato ai quattro venti di voler restare all’ombra del Vesuvio, pur sapendo che l’attuale ingaggio non gli potrà mai essere confermato. Infatti l’attaccante belga, miglior marcatore della storia del Napoli, ha affermato che è disponibile a decurtarsi lo stipendio, perchè ama questa città e i tifosi napoletani, per cui non fa questione di soldi. E’ intenzionato a realizzare ancora altri gol per convincere il presidente a trattenerlo. Dal canto suo Aurelio De Laurentiis  vorrebbe  dare fiducia al  folletto azzurro  ma a cifre totalmente diverse da quelle di oggi, data l’emergenza di ridurre tutti gli ingaggi del 30%. A suo dire, per andare avanti ed evitare ogni brutta sorpresa è obbligatorio tagliare i costi. La qualificazione alla prossima Champions League, potrebbe aiutare non poco in questa situazione, tuttavia, a prescindere,  c’è bisogno di un ridimensionamento del monte ingaggi.  Mertens ha giurato amore eterno al club azzurro quindi è presumibile che si possa trovare, prima della scadenza contrattuale, un’intesa che soddisfi entrambe le parti. Come Lorenzo Insigne, anche il calciatore belga era stato contattato dal Toronto che gli aveva fatto promesse mare e monti, però il buon Dries, anzi Ciro, ha sempre resistito, senza alcuna esitazione, poiché il suo unico desiderio è quello di non lasciare questo club a cui ha dato e ricevuto molto.

 

Commenti