EDITORIALE – Il Napoli c’è e risponde, alla grande, alle critiche

Editoriale post Lazio – Napoli. Le Cassandre che già avevano iniziato a sminuire la squadra azzurra, dopo il deludente risultato del Maradona, contro il Lecce, oggi, non parlano, anzi ammutolisco con la coda tra le gambe, visto che Il Napoli ha immediatamente risposto sul campo alle critiche e alle sentenze frettolose. Spalletti, rivedendo la sua posizione, è tornato al 4/3/3, riproponendo la formazione dei primi 180 minuti di campionato che aveva entusiasmato la piazza napoletana. All’Olimpico, contro l’amico – nemico Maurizio Sarri, gli azzurri hanno sfoggiato una prestazione da incorniciare, in particolare nella ripresa dove poteva segnare tre reti se non  ci fosse stata un po’ di imprecisione sotto porta. Per non parlare dei due pali colpiti dal georgiano nel primo tempo e dal nigeriano nel secondo. Dopo le due ultime apparizioni poco brillanti, Kvartskhelia si è ripreso nuovamente la scena, dimostrando di meritare gli elogi giunti da tutte le parti, ad inizio stagione. L’undici partenopeo non si è per nulla disunito alla marcatura della rete laziale in aperura di gara, anzi ha reagito come sa fare ed ha messo alle corde la squadra capitolina che niente ha potuto contro la supremazia degli avversari. Proprio il giovanissimo centrocampista della Georgia ha dato il là alla rimonta del Napoli rendendosi più volte pericoloso verso la porta difesa da Providel, tuttavia il gol del momentaneo pareggio è arrivato grazie a Kim, secondo gol per lui, autore di un colpo di testa su corner, entrato nella rete per millimetri. Se non ci fosse stata la tecnologia, l’arbitro non avrebbe mai concesso quella marcatura, ad occhio nudo difficile da vedere. Il Napoli, chiuso il primo tempo in parità, è ritornato sul terreno di gioco dell’ Olimpico con la caparbietà di voler vincere la partita, cosciente del proprio valore. Quasi un assedio fino al vantaggio realizzato da Kvaratskhelia che ha sganciato un missile dal centro dell’area di rigore su cui nulla ha potuto l’estremo difensore biancoceleste. Insomma un successo meritatissimo che non fa una grinza checché ne dica l’ex Sarri che nel post partita ha recriminato tantissimo contro l’arbitro. Per la cronaca, il buon Maurizio, da quando è andato via da Napoli, contro la sua vecchia squadra ha sempre perso. Inoltre per la Lazio i partenopei rappresentano la vera bestia nera, avendo collezionato, nelle ultime quindici gare, soltanto due vittorie 1 e 12 sconfitte. Questa era la risposta che i tifosi si attendevano dai loro beniamini, cosicchè i sostenitori azzurri ricominciano a sognare e qualcuno, ora, risale sul carro dei vincitori. Unica nota stonata della splendida serata romana l’infortunio di Lozano, ahimè, non nuovo a eventi sfortunati:  se ricordate, infatti, nel  luglio 2021 riportò una grave ferita all’occhio nel corso di una gara  con il Messico. Spalletti ed i tifosi  restano in apprensione, con la speranza che non si tratti di infortunio grave.

Commenti