ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI vs UDINESE – L’undici di Spalletti vuole chiudere in bellezza questa prima fase

Vigilia di campionato per il Napoli di Spalletti, sempre più lanciatissimo alla rincorsa di un qualcosa di straordinario per la città ed i tifosi che stanno sognando ad occhi aperti. Nella partita che chiude la prima fase della stagione che riprenderà solo a gennaio prossimo, gli azzurri, contro l’Udinese, in quel di Fuorigrotta, vanno alla ricerca dell’undicesimo successo consecutivo in serie A, per concludere in bellezza davanti al proprio pubblico. I partenopei, domani pomeriggio, incontrano una squadra, la quale, dopo un inizio di stagione dirompente ha smarrito quello smalto straordinario, non riuscendo più a vincere da ben sette gare di fila. Difatti, nelle ultime partite, l’Udinese ha collezionato soltanto pareggi e sconfitte. Dal canto loro, i padroni di casa sono reduci dalle tantissime vittorie, non ultima quella di martedì scorso, contro l’Empoli nel turno infrasettimanale,  in cui  hanno faticato non poco, ma poi, nella ripresa, con gli innesti di Lozano e Zielinsky sono stati capaci di sbloccare il match e portare a casa il risultato che ha consentito di allungare il distacco dal Milan. A prescindere da ciò che accadrà al Maradona, gli uomini in maglia azzurra  stanno per  diventare campioni d’autunno, meglio, ovviamente, con 41 punti nel carniere, sarebbe un record senza ombra di dubbio.  La compagine di Sottil, invece, arriva a Napoli dopo il pari per 1 a 1 a La Spezia ed intende provare a fermare la capolista. Tuttavia, il pronostico dei bookmakers non dà scampo agli ospiti. Per quanto riguarda le possibili formazioni, il tecnico toscano, a scopo precauzionale, terrà fuori nuovamente il talento Kvaratskhelia, così come non ci sarà il centrale di difesa Rrahmani, out ormai da molto tempo. Li rivedremo sicuramente in campo all’inizio dell’anno prossimo. Spalletti, come contro i toscani, farà alcuni cambi, probabili i rientri dal primo minuto di Juan Jesus, Zielinsky, Elmas  e Lozano.  Tra i friulani indisponibili sia Udogie che Masina, due calciatori fondamentali nello scacchiere bianconero. Resta incerta anche la presenza di Becao. Ecco, pertanto, qui di seguito le due probabili formazioni del Maradona:

 Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Elmas.

Udinese (3-5-2): Silvestri; Perez, Bijol, Nuytinck; Pereyra, Lovric, Walace, Arslan, Ebosse; Beto, Deulofeu.

Veniamo ora, come al solito, ai numeri di questa sfida: cominciamo col dire che gli azzurri non perdono in casa, contro i bianconeri friulani dall‘aprile 2011, sconfitta per 1 a 2,  da allora, ben otto successi di fila. Ma andiamo ai precedenti tra le due formazioni; complessivamente Napoli e Udinese si sono affrontate in A , B e Coppa Italia , 90 volte. Il bilancio vede i partenopei prevalere in 40 occasioni contro le 19 dei friulani, 31, infine, i risultati di parità.  I gol realizzati dagli azzurri sono stati 142, mentre quelli dei bianconeri 112. Tenendo presente, viceversa, soltanto i precedenti a Fuorigrotta, domani pomeriggio, sarà il 41esimo scontro  tra le contendenti. Sono 23 le vittorie del Napoli, 12 i pareggi e 5 i blitz dell’Udinese.

Commenti