Gli interventi di Emanuele Calaiò, Gianfranco Lucariello e Gennaro Arpaia a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Emanule Calaiò, dirigente della Salernitana.
“Scontri diretti? Possono fare la differenza. Ora il Napoli si deve concentrare su Crotone, Juventus e Sampdoria. Non bisogna sottovalutare niente. Abbiamo visto che si sono persi punti con le piccole. Intanto si vinca con il Crotone, poi si penserà al resto. Bisogna vincerle quasi tutte e poi si vedrà. Se il Napoli continua a vincere qualcuna delle avversarie può perdere terreno per strada.
Zielinski è sicuramente più libero di svariare su tutto il fronte d’attacco, non bisogna stupirsi del fatto che abbia segnato tanto. Calcia con entrambi i piedi, segna tanto da fuori area. Per il Napoli anche Lozano e Politano sono dei valori aggiunti. Sicuramente mi spiace che Mancini non l’abbia convocato, meritava più di Bernardeschi. Gli esterni stanno facendo bene grazie a Gattuso. Le punte centrali per molto tempo il Napoli non le ha avute.
De Laurentiis? Da un po’ non lo sento, mi capita più di sentire il figlio Edoardo. Io dirigente al Napoli? Indipendentemente da me o da chiunque altro io credo che il Napoli abbia bisogno di una figura di spessore, magari qualcuno che ha già vestito la maglia e conosce la piazza, che sappia approcciare la gente che frequenta la città e la società. Una figura come Nedved per la Juventus, Zanetti per l’Inter o Maldini per il Milan. Si ha bisogno di persone che hanno fatto il bene del Napoli”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianfranco Lucariello, giornalista.
“Speriamo che la condizione fisico-atletica del Napoli sia ritrovata. Gattuso è un po’ capatosta, vorrà lasciare il Napoli con un bel risultato. Poi magari De Laurentiis ci ripenserà con attenzione piuttosto che dare la caccia a un altro allenatore. Finora ho contato 12-13 nomi, tutti molto diversi tra loro. Gattuso ha dovuto subire una critica spietata e massacrante. Io non sono un killer su ordinazione, faccio solo il mio lavoro. Il gioco al massacro non fa per me e Gattuso ha tutti i motivi per avere dei malumori dentro di sé, peraltro tenendo conto di tutte le difficoltà avute in strada. Adesso c’è un tentativo di riabilitazione ma gli è stato detto pure di buttare il tesserino nell’immondizia”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gennaro Arpaia, giornalista.
“Se Zielinski riuscisse ad allenarsi oggi tornebbe praticamente un giorno prima della partita. Con il Crotone magari potremmo vedere qualche faccia nuova, poi nelle partite successive il Napoli si giocherà una bella fetta di Champions. Gattuso? I nomi per la successione sono tutti spendibili e credibili ma molto dipenderà da piazzamento in Champions o meno. Le percentuali di permanenza del tecnico attuale in questo momento sono basse ma giusto conservarne una cifra. Tutti vorrebbero chiudere in bellezza ovviamente, l’importante sarà per la società essere pronta a qualsiasi

Commenti